segue

non so cosa mi abbia preso, ma reduce dal classico periodo dei buoni propositi di inizio anno, continuo a scrivere post. forse lo faccio apposta per disturbare il mio sistema nervoso simpatico (cioè quello che fa funzionare il corpo senza che noi lo vogliamo). sta di fatto che sono in vena di scherzi, tipo aumentare il prezzo della benzina nei cartelli della provincia milanese. una volta ero lì con una orfei, il ministro dello sviluppo economico e il centrocampista del lanerossi vicenza quando ci giocava paolo rossi. siamo lì che parliamo quando al ministro viene in mente che ha lasciato accesa la ciabatta del computer e c’ha detto: devo andare prima che l’enel mi fattura con il contratto del mercato libero. va pure, ho detto io, che tanto siamo vicini alla stazione di servizio e l’elefante dove è seduta una orfei ha la proboscide pronta per noi. arriva quello del vicenza e dice: devo andare anch’io che paolo rossi stasera è in televisione a dire che ai mondiali del 1982 il rigore alla germania doveva tirarlo ciccio graziani. vai pure anche te, ho detto io, che quando arriva il presidente dell’assobenzinai gli chiedo se il gas è già stato regolato. rimaniamo io, l’elefante e l’orfei. l’elefante ha l’abbonamento a spotify, non quello che costa nove e novanta nove, però. ne ha uno specifico per gli animali che lavorano negli zoo. i primi trenta giorni sono sempre gratis, ma poi si vede se la tigre è ancora viva, oppure no. io rimango impassibile quando la orfei mi spiega che la musica sta cambiando. e non possiamo farci nulla.

Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.