cesura (ma manca una enne?)

mollo un attimo i discorsi musicali soliti, per affrontare una questione che mi sta molto a cuore. la libertà d’espressione e la censura.

prima di tutto una notizia personale. chi scrive questo blog (e anche questo articolo) è ateo.

secondo di tutto: in italia esiste questa associazione chiamata UAAR, acronimo di Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, “che rappresenta le ragioni dei cittadini atei e agnostici”. tra le cose che fanno gli UAAR ci sono iniziative come la mitica “sbattezzo“.

ma non solo

recentamente, quelli dell’UAAR hanno pensato ad una campagna chiamata “Posso scegliere da grande?”, che in pratica “Vuole che tutti si fermino un attimo a riflettere se non sia meglio che un bambino possa, autonomamente e nel tempo necessario, sviluppare proprie convinzioni, o se invece è giusto che i genitori gli impongano le loro, qualunque esse siano.”

la campagna avrebbe dovuto toccare anche i mezzi pubblici milanesi se non che…

atm ha detto no all’utilizzo dei mezzi pubblici per la campagna dell’UAAR sottolineando che esisterebbe un divieto alle campagne pubblicitarie … religiose (cliccare sull’immagine per andare al sito atm).

 

Peccato, però, che la stessa ATM abbia ospitato in passato il bergoglio.

è censura?

anche all’estero la triste risposta di atm si è fatta notare

è l’inquisizione?

mentre il movimento 5 stelle si è mosso con un’interrogazione

rimane da capire cosa c’è scritto nel regolamento

Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.