Vinile: Breakdance Original Motion Picture Soundtrack

siamo nel 1984, un bel salto indietro per un album in vinile dominato dalle batterie elettroniche più in voga dell’epoca (Roland TR-808 e Linn LM-1); ostentato sopratutto con il clap. le persone ti chiederanno se sono tornati gli anni ottanta. 10 brani per raccontare la storia di una ballerina jazz e due breakdancer, pare questi i protagonisti del film Breakin o Breakdance che non ho mai visto. eppure per qualche caso della vita il vinile è finito nel mio archivio. poco male, perché contiene un paio di gioielli: 99 1/2 cantata da Carol Lynn Townes e Ain’t Nobody con Rufus e Chaka Khan. il resto è un lungo brano da discoteca. qualità del vinile quasi perfetta perché mai suonato.


a me non fa paura nulla, ma se vi passasse la voglia di suonare questo disco in una festa vi potrebbe capitare di avere delle grosse soddisfazioni. io dopo un paio di brani (nel lato B) pensavo di avere ritrovato i jeans elcharro e le timberland e Fantastico 7 con la Cuccarini. aargh, ho quasi 50 anni…

qualche brano arriva da ollie and jerry (che suona tanto tom and jerry), due cantanti piuttosto famosi negli anni 80 che raggiunsero la fama e la top 10 proprio con il brano Breakin’… There’s No Stopping Us, che apre il disco. il disco si ascolta con piacere, ma guadagna spazio dopo qualche tempo, mentre il primo ascolto sembra complicato da suoni e armonie lontane dal nostro quotidiano. il lato 2 soprattutto mi sembra più curato e degno di qualche recensione più attenta, grazie all’ospitata del brano con Chaka Khan, che ha meritato molte cover nel tempo e all’ottimo Cut It di Re-Flex, simil Depeche Mode

ecco il trailer.

Infine, da sottolineare un paio di brani (semi) strumentali come Showdown di Ollie And Jerry che impreziosiscono di ricerca l’album e potrebbero servire da esempio per qualche brillante arrangiatore che oggi si vuole rifare agli anni 80 (c’è sempre qualcuno che si fa e si rifà…)

prossimo vinile: colonna sonora del film Staying Alive

Approfittane per ottenere altre ispirazioni nella tua mail:

Miles Davis: 1986-1991 The Warner Years

La Warner – o ciò che ne rimane – ha pubblicato un cofanetto irrinunciabile:

In 5 cd pieni zeppi gli ultimi anni di Miles Davis.

Sia che si arrivi dal pop/rock, sia che si arrivi dal jazz, il godimento è massimo.

Tra gli extra, la versione di Dune Mosse con Zucchero e un brano di Chaka Khan prodotto e scritto da Prince.

Ed intanto, la trasmissione Birdland sulla Radio Svizzera Italiana incorona la vita e la musica di Miles – a 20 anni dalla morte – con alcune serie di trasmissioni:

Il resto lo si trova sul podcast di Birdland