il tutorial di Lorde (?)

una delle voci più interessanti della musica degli ultimi anni è sicuramente Lorde (pron. Lord)

la cantante neozelandese è esplosa qualche anno fato con un brano perfetto: Royals

grazie a questo successo Lorde ha raggiunto picchi alti: “La celebre rivista Time l’ha inclusa tra i teenager più influenti del 2013 e, nell’anno successivo, è stata inserita anche nella medesima classifica stilata da Forbes” così dice wikipedia. a parte questi successi effimeri, Ella Marija Lani Yelich-O’Connor si è guadagnata anche una medaglia di bronzo delle olimpiadi.

tornando alla musica, il suo brano Royals ha delle caratteristiche per essere ritenuto perfetto:

  • il minimalismo della ritmica
  • le differenti melodie (ad arco) che si succedono (forse il punto più importante di questa lista)
  • la voce rotta dall’incoscienza di Lorde
  • la linea di basso a supporto dell’inciso
  • il synth sincopato

il testo, secondo quanto scritto da wikipedia, criticherebbe la vita degli artisti hip-hop. questa la (mia) traduzione in italiano

Non ho mai visto un diamante nella carne
Nei film ho tagliato i denti su anelli di nozze
E non sono fiero del mio indirizzo, nella città strappata
Nessun
invidia del
codice postale
Ma ogni canzone è come denti d’oro, Gray Goose, scatenato nel bagno
Macchie di sangue, abiti da sfera, spogliando la camera d’albergo
Non ci importa, stiamo guidando la Cadillac nei nostri sogni
Ma tutti sono come Cristal, Maybach, diamanti sul tuo orologio
Aerei jet, isole, tigri su un guinzaglio d’oro
Non ci importa, non siamo intrappolati nella tua relazione d’amore
e noi non saremo mai dei reali
Non funziona nel nostro sangue
Quel tipo di lusso è proprio per noi
Noi desideriamo un diverso tipo di sballo
Non sono il tuo governatore, puoi chiamarmi la Regina B
E il bambino che regnerò (che regnerò che regnerò che regnerò)
Lasciami vivere quella fantasia
Miei cari

figlia di una poetessa, che l’ha introdotta alla lettura da piccolissima, Lorde usa metafore e immagini nel suo testo. se noi italiani rimaniamo in un primo momento incantati dalla voce, leggendo il testo ci accorgiamo della profondità delle liriche.

ora, se prendiamo questo piccolo tutorial e lo riapplichiamo possiamo ricostruire il successo di Lorde? non è detto. e se lo stesso tutorial lo riprende Lorde può ottenere lo stesso successo? ancora, non è detto. ma il nuovo album Melodrama parte con un singolo davvero promettente: Green Light.

Musica da regalare

5 consigli per regalare musica il prossimo 25 dicembre. Tutti secondo la mia personale opinione e divisi per età. Attenzione, appositamente non ho proposto gli ultimi lavori di Justin, di Robin Thicke, di Britney, di Miley, di LadyG o di altri cantanti superconosciuti. Per acquistare i loro lavori non avete bisogno di me.

Prima di tutto un video che presenta i 5 lavori.

under 20

Pure Heroine di Lorde


Ai teenager quest’anno deve essere regalato il nuovissimo Pure Heroine di Lorde. Il primo lavoro della cantante neozelandese, trascinato dal singolo Royals, è un piccolo gioiello di suoni, melodie e elettronica. Uno di quei dischi che fra 30 anni ricorderà loro questo periodo della loro vita.

20-30 anni

Tales Of Us di Goldfrapp


Crescendo l’electropop degli inglesi Goldfrapp rimane imbattibile. Il loro nuovo lavoro Tales Of Us (che ho ascoltato spesso nei miei viaggi metropolitani) è una raccolta di 10 canzoni dedicate a 10 personaggi.

30-40 anni

Sing to the Moon di Laura Mvula


Laura Mvula è la voce inglese che ha sorpreso tutti. Il suo Sing To The Moon l’ho ritrovato in molte classifiche dei migliori lavori del 2013. I brani sono ricercati e strizzano l’occhio all’Africa. Ottima anche per chi ha superato i 40 anni.

40-50 anni

Wise Up Ghost di Elvis Costello & The Roots


Miscela esplosiva questa prodotta da Elvis Costello con The Roots. Funkypop. RockR&B. E psicadelia. Qui c’è tutto. Tipo Prince e i Revolution + Beatles + Red Hot Chili Peppers. La presenza della The Brent Fischer Orchestra rende il tutto imperdibile. Agitare con cura, perché sotto i 40 anni potrebbe non piacere pesantemente. Non ne parliamo sotto i 30 anni: si rischiano insulti.

Over 50

Brooklyn Babylon di Darcy James Argue’s Secret Society


Il lavoro, giustamente definito monumentalmente ambizioso dal TheNewYorkTimes, ha ricevuto una nomination ai Grammy nella categoria Best Large Jazz Ensemble Album. La qualità dei musicisti, degli arrangiamenti e della registrazione non deluderà nessuno sopra i 50 anni (i più esigenti?) che risentiranno le armonie dei loro padri (la big band).

8 Saturnalia (Playlist)


Venite a festeggiare Saturnali. Non fatevi attrarre dal consumismo. Disperdete i vostri avere alla fermata del tram e lasciate che il vostro corpo brilli alla luce della musica di Pharrell Williams (Happy), danzate con Justin Timberlake per tutta la notte. Che la voce angelica di Lorde (gran bel disco il suo!), la dolce novità dei Tinavie o di Josephine rimescoli la vostra anima. Incrociate le braccia ascoltando Asgeir. Chiudete gli occhi muovendo i menischi al ritmo di dei Redrum Alone. Che le lacrime di Miley non scorrano invane! E che le urla di Katy Perry vi rendano degli animali liberi. Sapete che Prince ha lavorato con Janelle Monàe? o che i Goldfrapp hanno dedicato un brano a me? Ora tocca a me. Oppure chiediamo alla prima bitch che passa di qui.

Ricordate: Ci son più cose in cielo e in terra, Orazio, che non sogni la tua filosofia.

E comunque, se avete Spotify, potete ascoltare i brani qui.